Dare valore al brand attraverso la formazione e il sapere

Qui si parla di turismo online, siti web per hotel e turismo, web marketing turistico, tools, social network, revenue e brand reputation. Racconta e discuti del tuo lavoro, incontra colleghi, aiutaci e condividi le tue informazioni ed esperienze.

Dare valore al brand attraverso la formazione e il sapere

Messaggioda FMongiello » mar nov 01, 2011 1:06 pm

in un gruppo che frequento su linkedin in cui si riportava il link ad un articolo di come l'educazione può essere un nuovo modo di fare marketing, la persona che l'ha riportato ha chiesto se nel nostro mondo potevano esserci terreni fertili su cui agire.
io ho così risposto in prima battuta che FormazioneTurismo.com già da molti anni lavora in questa ottica, sono stato così invitato ad approfondire la questione...però piuttosto che parlare del mio caso ne ho riportato un altro, che qui vi posto perchè mi piacerebbe che anche qui nel forum se ne parli. Voi che ne pensate?

----------------------
l'Educazione può essere un nuovo modo di fare marketing?
"Il discorso andrebbe inquadrato indipendentemente dal web, come giustamente nell’articolo si dice “combinare strumenti digitali e non” costruendo intorno al marchio qualcosa che attraverso l’insegnamento, la formazione, la condivisione del sapere e la divulgazione, dia valore allo stesso brand.
Accantoniamo per un attimo quello che facciamo come FormazioneTurismo.com, ma se vi dico Lungarotti, vi viene in mente qualcosa, conoscete l’esperienza di Giorgio Lungarotti e della sua Fondazione?

“nei primi anni Settanta intuì la necessità per un’azienda vitivinicola oramai affermata di investire in un progetto ambizioso e lungimirante, che avesse come obiettivo la creazione di un polo culturale e turistico di alto livello specializzato nel vino, per favorire lo studio, la conoscenza e la promozione del patrimonio di saperi, arti e cultura proprio della millenaria civiltà del vino e dell’olio.”

Da questa idea di viticoltore fu affiancato (siamo credo fine anni ’80) prima il Museo del Vino e poi l’Osteria. Oggi c’è un 5 stelle Resort & Spa, l’Agriturismo Poggio alle Vigne, il Museo dell’Olio, e poi le mostre, le pubblicazioni, i rapporti con le scuole non solo della ristorazione. Forte posizionamento, best practice, chiaramente nel segmento del turismo enogastronomico, ma non solo.
Come scrivono…. “Una scommessa sulla cultura”…”E’ una speciale sensibilità e attenzione alla cultura il comune denominatore che caratterizza tutte le attività del Mondo Lungarotti”. http://www.lungarotti.it/fondazione/fon ... arotti.php

Credo sia un esempio calzante di come – tutto ciò che è stato messo in piedi – costituisca una fonte non tradizionale da cui imparare, fatta tra l’altro molto meglio di chi dovrebbe farlo per istituzione. Cultura e conoscenza contraddistinguono ogni tipo di attività e prodotto che viene realizzato, anche nella SPA, con la vinoterapia, o nell’Osteria, aggiungendo “significato” ad ogni gesto di consumo, che sia una visita, un soggiorno, o un incontro conviviale.

Se un’attività aziendale si fonda su una simile visione di condivisione, di coinvolgimento su “contenuti” che non sono solo e semplici prodotti, e se tutto ciò poi sfrutta gli strumenti della comunicazione online (cosa che i Lungarotti fanno e non fanno, con ampi margini a mio parere per far crescere ulteriormente il brand)...ci siamo, è quello che il mercato oggi inizia a richiedere in maniera più evidente!
Avatar utente
FMongiello
Amministratore
 
Messaggi: 309
Iscritto il: lun feb 19, 2007 5:44 pm
Località: roma

 

Re: Dare valore al brand attraverso la formazione e il sapere

Messaggioda tourtools » gio nov 03, 2011 9:47 am

Si potrebbe arrivare a dire che oggi la condivisione della conoscenza è il valore del brand. Non solo nel web, certamente. Ma l'evoluzione del marketing online nel social marketing ci insegna proprio che è l'interazione (intesa come passaggio di informazioni e competenze) l'unico modo di creare fiducia (trust) verso il brand. Un brand che ottiene fiducia è un brand che ha valore. Sì, Lungarotti è un esempio assolutamente calzante. Ma vorrei incoraggiare anche piccole realtà aziendali a sperimentare questo approccio e trovare la strada per diffondere cultura, informazioni, best practices legate al loro prodotto e al loro brand. Oggi si può e si deve fare marketing in questo senso. In fondo il segreto è non avere segreti.
+Michaela Matichecchia
Web Project & Marketing Manager
TourTools. Internet, marketing e turismo 2.0

http://www.tourtools.it
Soluzioni innovative per promuovere e comunicare.

Diventa Fan http://facebook.com/tourtools
GooglePlus +Michaela Matichecchia +TourTools
Twitter @michamati
Avatar utente
tourtools
Membro Senior
Membro Senior
 
Messaggi: 31
Iscritto il: ven mar 28, 2008 1:21 pm
Località: Perugia

Re: Dare valore al brand attraverso la formazione e il sapere

Messaggioda FMongiello » gio nov 03, 2011 12:46 pm

Sono pienamente in linea con te, anche le piccole realtà aziendali (in fondo anche lungarotti quando ha iniziato lo era) devono ricercare contenuti e modalità per agganciare alla "produzione" valori culturali da condividere e trasmettere, che siano legati alla destinazione, alla storia dell'impresa, del suo personale, dei suoi gesti quotidiani, etc. Io credo che ci siano molti spazi per tutti, un nuovo modo di concepire la propria collocazione e ruolo nel mercato
Avatar utente
FMongiello
Amministratore
 
Messaggi: 309
Iscritto il: lun feb 19, 2007 5:44 pm
Località: roma

  • Condividi

Torna a Forum Web Marketing Turistico Alberghiero

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite